Scorri la pagina

L’inverno in Afghanistan

Sosteniamo le famiglie sfollate che affrontano la fame e l’inverno rigido.

Con l'arrivo dell'inverno, milioni di afghani stanno affrontando una crisi alimentare sempre più grave

Le temperature gelide e le forti tempeste di neve stanno intensificando una crisi umanitaria già devastante in Afghanistan, con oltre la metà della popolazione che affronta fame e malnutrizione.

Le donne e le ragazze sono le più a rischio in quanto i recenti conflitti, la siccità e l'aumento della povertà stanno costringendo le famiglie a fuggire nei centri urbani in cerca di lavoro e sicurezza.

AFGHANISTAN_Testimonianza_2La coppia afghana Abdul (80) e Halima (75) è fuggita dal distretto di Shindand a Herat a causa del conflitto e della mancanza di cibo.

Abdul, 80 anni, e sua moglie, Halima, 75 anni, sono fuggiti a Herat dal distretto di Shindand l'anno scorso per sfuggire al conflitto e alla carenza di cibo. Ora vivono con la figlia e due nipoti.

ActionAid Afghanistan sta fornendo alla famiglia un sostegno in denaro, che prevede di utilizzare per pagare l'affitto, le spese ospedaliere e per acquistare farina per fare il pane.

Abdul e Halima sono tra le 10.000 famiglie che ActionAid mira a raggiungere con il supporto di emergenza questo inverno in quattro province dell'Afghanistan, tra cui Herat, Kabul, Ghor e Balkh.

I nostri team si stanno concentrando sulla fornitura di supporto in denaro per consentire alle famiglie di acquistare cibo e articoli essenziali come carburante, attrezzature per il riscaldamento, abbigliamento invernale e coperte, mentre le temperature precipitano in tutto l'Afghanistan. Le donne ricevono kit per l'igiene con articoli essenziali, tra cui sapone e assorbenti.

 

AFGHANISTAN_Testimonianza_1 Saliha riceve sostegno da ActionAid Afghanistan a Herat.

Come ActionAid forniamo anche supporto di consulenza psicosociale a persone le cui vite sono devastate da conflitti, grave siccità e aumento della fame.

Saliha ha lasciato il suo villaggio nella provincia di Ghor a causa della grave siccità: ha lasciato la sua famiglia senza "cibo da mangiare, senza acqua potabile e senza semi di grano da piantare".

Ora vive a Herat con altri cinque membri della famiglia. Dice che il sostegno in denaro le consentirà di comprare cibo e vestiti caldi per la sua famiglia.

Sudipta Kumar, country director di ActionAid Afghanistan, è recentemente tornata a Kabul dopo aver visitato Herat per supervisionare la distribuzione dei sostegni in denaro:

"A Herat e in tutto l'Afghanistan, molte famiglie stanno affrontando una situazione disperata con l'arrivo dell'inverno. Le persone sfollate a causa di conflitti e grave siccità arrivano nelle città senza nulla, non ci sono posti di lavoro disponibili per pagare cibo, affitto e carburante per riscaldare le loro case.

Una delle donne che ho incontrato tremava mentre mi diceva che la sua famiglia sopravvive con Kushk naan (focaccia) e chai (tè). Ha detto che i loro bisogni più urgenti sono cibo e carburante per il riscaldamento".

Stiamo raggiungendo alcune delle famiglie più a rischio, ma ce ne sono molte altre che hanno urgente bisogno di sostegno.

Clicca qui per donare al nostro appello!

 

Photocredits: Sudipta Kumar/ActionAid; ActionAid Afghanistan.
Questo articolo è stato originariamente pubblicato da ActionAid International, “ActionAid supports displaced families in Afghanistan facing hunger and a harsh winter”, 18/02/2022