Il rispetto dei diritti umani rende le imprese più forti!

 

Un referendum importante in Svizzera ci riguarda tutti.

 

Il 29 novembre in Svizzera si terrà un referendum popolare per l'iniziativa sulle imprese responsabili a tutela dei diritti umani e dell'ambiente. Questa iniziativa sta molto a cuore sia a me che all'organizzazione per cui lavoro, ActionAid.

Come cittadini svizzeri, beneficiamo dell'imprenditorialità di molte aziende svizzere e internazionali che hanno stabilito la loro sede nel nostro paese. Abbiamo molto da offrire in cambio, come ad esempio bellissimi paesaggi, una bassa tassazione, buone infrastrutture, un sistema giudiziario che funzione, un panorama politico stabile.

Il rispetto per lo stato di diritto, i diritti umani e l'ambiente sono profondamente radicati nelle nostre leggi e tradizioni e fanno parte dei nostri valori fondamentali. Molte delle istituzioni che sviluppano, promuovono e proteggono i diritti umani in tutto il mondo hanno sede in Svizzera.

Il rispetto dei diritti umani è un valore universale, ma in molti paesi i cittadini, soprattutto i più poveri, emarginati, molto spesso donne e bambini, non sono ben protetti. Quando i loro mezzi di sussistenza sono a rischio, la loro terra viene sottratta, la loro acqua inquinata, il loro lavoro sfruttato dalle attività di potenti corporazioni, spesso non possono far ricorso e non hanno nessun accesso alla giustizia, poiché le istituzioni che dovrebbero proteggerli sono deboli. I lucidi rapporti sulla responsabilità aziendale non ci raccontano le storie della sofferenza umana dietro le belle immagini e parole.

Climate_Change_Bangladesh_750

Penso dunque che se le aziende che operano in tali paesi portano i loro profitti nel nostro paradiso sicuro, protetto dalle nostre leggi, allo stesso modo le persone che potrebbero aver subito abusi nel produrre tali profitti, dovrebbero essere in grado di rivendicare anche una certa protezione dalle nostre leggi e istituzioni, quando non possono farlo nel proprio paese.

Il rispetto dei diritti umani e dell'ambiente non è un optional fatto su misura per adattarsi a nostro piacimento, ma è universale e al centro di ciò che siamo e di ciò che facciamo.

Gli oppositori e il governo dicono che votare a favore di questa iniziativa ci tratterrà, che metterà in svantaggio le nostre imprese. Penso che, al contrario, se le imprese incorporano i valori che professano esternamente e proteggono i diritti umani lungo la loro catena di produzione, ciò renderà le loro fondamenta e il loro ruolo nella società più forti e più sostenibili. Solo quando le imprese, lungo tutta la loro catena di produzione, saranno rese responsabili degli abusi e degli effetti negativi delle loro operazioni e quando le persone sfruttate potranno avere accesso a un risarcimento significativo, quando il profitto non sarà a spese di molti per il privilegio di pochi, allora il profitto farà bene a tutti noi.

Altri articoli che potrebbero interessarti