Scorri la pagina

Un diritto dimenticato

Giornata dell’Igiene Mestruale 2021.

Cosa significa affrontare la povertà mestruale durante una pandemia

Il ciclo mestruale è una parte fondamentale della vita di ogni donna, che accompagna gran parte della sua vita.

Ma sono ancora troppe le giovani ragazze e donne nel mondo che non vivono il loro ciclo maniera dignitosa, senza acqua né servizi igienici, senza assorbenti o prodotti igienici.  Il ciclo è spesso stigmatizzato, sinonimo di impurità. Spesso le ragazze si assentano da scuola perché non avendo accesso ad una igiene sanitaria adeguata sono a disagio. In alcune culture alle donne ed alle ragazze nel periodo mestruale viene vietato l’accesso a certi luoghi, come ad esempio avviene in Nepal.

La povertà mestruale non riguarda solamente l’accesso ad assorbenti, ma anche a spazi sicuri e igienici per prendersi cura di se stesse. Riguarda inoltre il diritto di vivere in comunità libere dallo stigma e dalle discriminazioni che ancora oggi accompagnano le mestruazioni in diversi luoghi del mondo. Con l’avvento della pandemia di Covid-19 la povertà mestruale si è aggravata per molte donne e ragazze.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Igiene Mestruale 2021, come ActionAid proponiamo una riflessione sull’importanza di garantire un accesso sicuro a soluzioni igieniche adatte e ad una gestione dignitosa del proprio ciclo mestruale a tutte le donne, indipendentemente dal contesto in cui vivono.

Nepal_750

 MESTRUAZIONI E COVID-19

Durante le crisi umanitarie il ciclo mestruale non si ferma. In contesti di povertà, le donne non hanno accesso ad assorbenti. Questa situazione si è ulteriormente aggravata con l’arrivo della pandemia, lasciando in molte comunità ancora più donne e ragazze senza accesso a una gestione dignitosa del proprio ciclo mestruale.

È per questo che, come ActionAid, ci impegniamo in tantissimi paesi nella distribuzione di prodotti igienici, nell’accesso a servizi igienici separati per le ragazze nelle scuole nella promozione della produzione di assorbenti con materiali locali   e nella sensibilizzazione della popolazione locale per vincere lo stigma. Fin dall’inizio della pandemia abbiamo inserito nei kit sanitari che abbiamo distribuito alla popolazione, oltre a mascherine e igienizzanti, anche prodotti sanitari per gestire le mestruazioni, che durante le situazioni d’emergenza diventano beni di difficile reperibilità.

Ad oggi siamo intervenuti in 40 paesi per fronteggiare le conseguenze della pandemia, raggiungendo oltre 21 milioni di persone in Asia, Africa, Medio Oriente, Europa e America. Oltre a distribuire aiuti concreti, come cibo e prodotti sanitari, abbiamo anche creato spazi sicuri per accogliere le donne e abbiamo diffuso campagne per combattere la disinformazione.

POVERTÀ MESTRUALE IN MALAWI

In Malawi, intorno al 50% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. Per molte persone comprare un solo pacchetto di assorbenti equivale a spendere lo stipendio di un’intera giornata di lavoro. Molte giovani ragazze utilizzano quello che possono, da pezzi di stoffa a carta e perfino bucce di banane.

Con l’avvento della pandemia e l’inasprimento delle condizioni di povertà, tantissime donne e ragazze si sono trovate abbandonate a se stesse.

Oltre a ledere alla dignità personale, la povertà mestruale ha effetti negativi anche sulla vita sociale delle giovani ragazze, che a causa della scarsa igiene spesso contraggono infezioni o perdono giorni di scuola durante le mestruazioni. Si stima che in Africa 1 ragazza su 10 non possa andare a scuola durante il ciclo mestruale per mancanza di prodotti igienici oppure perché non ci sono bagni sicuri da utilizzare a scuola.

Malawi_750

L’IMPEGNO DI ACTIONAID

Siamo presenti in Malawi dal 1990. Durante il 2020, siamo intervenuti al fianco delle comunità locali per far fronte agli effetti della pandemia, attraverso l’erogazione di aiuti economici alle persone più bisognose nei  distretti più colpiti e distribuzione di prodotti igienici come assorbenti, sapone e biancheria pulita.

Da anni lavoriamo con la popolazione locale organizzando corsi per l’autoproduzione di assorbenti e la creazione di spazi sicuri e club scolastici a cui le studentesse possono rivolgersi per avere informazioni, prodotti igienici e assistenza medica. Durante la pandemia abbiamo rinforzato questi spazi, che si sono rivelati fondamentali come luoghi di ascolto e aiuto per tantissime donne.

La povertà mestruale è ancora una realtà per tante, troppe donne. Oggi, in occasione della Giornata dell’Igiene Mestruale, contribuisci a mettere fine alla povertà mestruale sostenendo i nostri progetti a fianco delle donne e delle ragazze:

 

 

Fonti:
https://borgenproject.org/period-poverty-in-malawi/
https://www.worldbank.org/en/country/malawi/overview
https://unesdoc.unesco.org/ark:/48223/pf0000226792
https://www.usaid.gov/malawi/education
https://malawi.actionaid.org/news/2020/actionaid-malawi-pumps-k150-million-towards-covid-19-response