Scorri la pagina

Storie di speranza

Le donne in prima linea ad Haiti.

Incontra le donne coraggiose che guidano la nostra risposta alla violenza di genere ad Haiti

Le donne e le ragazze ad Haiti stanno affrontando una ondata crescente di violenza di genere innescata dalla crisi politica nel paese, dal deterioramento della sicurezza, dall'aumento della povertà e dalle restrizioni Covid-19. Recentemente un terremoto ha colpito la regione meridionale e ha peggiorato drammaticamente la situazione. 

Lavoriamo con stazioni radio comunitarie in tutto il paese condividendo informazioni sui diritti delle donne, su come segnalare casi di violenza di genere e diffondendo messaggi di salute pubblica sulla prevenzione della diffusione del virus Covid-19. Mettiamo a disposizione spazi sicuri e gruppi WhatsApp che stanno aiutando le donne a sostenersi a vicenda e condividere le loro storie di partner violenti e informazioni su come trovare aiuto.

Marjorie Colo

Hope_Majorie_750

Marjorie Colo, 40 anni, conduce un programma radiofonico sull'uguaglianza di genere ogni domenica pomeriggio. Usa questa piattaforma per incoraggiare le donne a difendere i loro diritti e a lottare per il cambiamento. Uno degli obiettivi del suo programma è incoraggiare le donne sopravvissute alla violenza domestica a denunciare ciò che è accaduto. Durante la pandemia di Covid-19 ha anche utilizzato la sua piattaforma per sensibilizzare sul virus. Marjorie ha visto l'impatto negativo del Covid-19 sulla sua comunità, in particolare sulle donne:

"Mi sento orgogliosa quando sostengo la mia comunità", ci ha detto. "Ogni volta che facciamo attività utili per le donne nella comunità, questo mi rende orgogliosa.

Voglio che ogni donna sia al comando, che combatta per i suoi diritti e che tutti intorno a lei rispettino i suoi diritti. Possiamo farlo insieme!"

Noel Kerline

Hope_Noel_750

Noel Kerline, 47 anni, è membro di un gruppo di donne leader e fa parte di un'associazione di agricoltori chiamata Asosyasyon Peyizan Vallue (APV).

Lavorando con ActionAid Haiti e altri membri di APV, è andata porta a porta per informare i membri della comunità sul virus Covid-19 e spiegando come proteggersi.

La pandemia ha reso impossibile per il gruppo incontrarsi e pianificare le proprie attività di persona. Per assicurarsi che continuassero le loro attività, Noel e i suoi compagni di squadra hanno utilizzato un gruppo WhatsApp per condividere informazioni tra loro. Anche le persone che vivono nella comunità sono invitate ad usare WhatsApp per mettersi in contatto con Noel e il gruppo se hanno bisogno di aiuto.

"Abbiamo parlato alla comunità di come lavarsi le mani, di evitare assembramenti e di praticare il distanziamento sociale per fermare la diffusione del virus.

Poiché non possiamo andare alle riunioni, possiamo comunicare solo tramite WhatsApp o telefono. Il nostro gruppo WhatsApp ci aiuta a condividere informazioni sul coronavirus e a informarci a vicenda se uno di noi ha un problema".

Mona Desir

Hope_Mona_750

Mona Desir, 47 anni, è un'infermiera che offre cure gratuite a chi ne ha bisogno.  Molte persone nella sua comunità non sono in grado di pagarsi un'assistenza sanitaria: Mona cura le persone gratuitamente.

Mona lavorava inoltre per diffondere informazioni e consapevolezza sul Covid-19 prima che il governo introducesse misure per fermare la diffusione del virus.

"ActionAid mi ha aiutato a sviluppare le mie competenze. Dopo aver partecipato alla formazione fornita da ActionAid Haiti, ho condiviso ciò che avevo imparato all'interno della mia organizzazione e con la comunità".

Come in molti altri luoghi in tutto il mondo, Mona Desir ha notato un aumento scioccante della violenza contro le donne durante la pandemia.

"Quando le donne non possono andare a lavorare, allora tutti rimangono a casa. Questo sta mettendo le donne e le ragazze a rischio di violenza”, dice.

Haiti è il paese più povero dell'emisfero occidentale. La sua infrastruttura sanitaria soffre di anni di abbandono e mancanza di finanziamenti. Solo il 40-60% della popolazione ha accesso ai servizi sanitari.

Le organizzazioni e le reti guidate da donne sono in prima linea nella pandemia e nella risposta al terremoto. L'aumento dei casi di violenza sessuale e di genere significa che sono necessari finanziamenti urgenti per i servizi che proteggono donne e ragazze.

Haiti è stata recentemente colpita da un tragico terremoto. Clicca qui per saperne di più sulla nostra risposta e scopri come puoi aiutare.

 

Crediti fotografici: Fabbiene Douce/ActionAid
Questo articolo è stato originariamente pubblicato da ActionAid International, "Meet the women on the frontlines of the Covid-19 crisis and rising gender-based violence in Haiti”, 05/03/2021